Anche quest’anno saremo presenti all’appuntamento con Olio Officina Festival 2018, a Milano dall’1 al 3 febbraio, presso lo storico Palazzo delle Stelline.

 

 

 

 

 

7°Edizione  “Olio Officina Festival- Condimenti per il palato & per la mente”

Palazzo delle Stelline, corso Magenta 61 – Milano

ECCO IL PROGRAMMA che potete scaricare QUI

Per partecipare trovate QUI le modalità per farlo

Sono previsti diversi laboratori, a numero chiuso, per cui vi consigliamo di prenotare in tempo.
Per ogni altra informazione o per partecipare ai laboratori scrivete a posta@olioofficina.com

È aperta al pubblico la Settima edizione  di Olio Officina Festival, importante manifestazione, consolidatasi negli anni per prestigio, indirizzata a produttori, consumatori, estimatori. E’ un Happening di tre giorni, 1-3 febbraio, dedicato all’olio da olive ed ai condimenti. Rappresenta un Unicum a livello internazionale sia per come riesce ad informare il largo pubblico sul valore dell’olio in modo trasversale su varie discipline (arte, cultura, degustazioni, seminari di approfondimento etc.) sia per come riesce a creare sinergie tra professionisti ed esperti agronomi, appassionati di settore, istituzioni, artisti, aziende di eccellenza produttiva e i cittadini. Il tema dell’edizione 2018 è”Io sono un albero” punta ad evidenziare il ruolo degli olivi non solo agroalimentare ma anche a livello ambientale e culturale. “Perché gli ulivi sono così, accompagnano le famiglie per generazioni e generazioni, fanno parte dell’identità italiana. Io non sono un agricoltore, ma ritengo che ognuno di noi, accanto ad un ulivo, si senta parte della storia del suo territorio. La produzione nazionale di olio,”dice Luigi Caricato, Direttore e Ideatore di Olio Officina Festival,” oggigiorno è fortemente deficitaria per coprire il fabbisogno interno nazionale e quello necessario alle attività di export, pari complessivamente a 1 milione di tonnellate.  Per quanto riguarda gli oli del territorio certificati, quelli riconosciuti in Unione Europea, quasi il 40% è rappresentato da territori italiani, pari a 46 prodotti a denominazione di origine (di cui 4 Igp). Seguono Grecia e Spagna con 29 riconoscimenti a testa. Infine, c’è da evidenziare il fatto che l’olio da agricoltura biologica copre il 21% dell’intera superficie olivicola italiana. Il nostro Festival intende dare rilievo alla qualità produttiva e intende fare dialogare tra loro tutte le realtà che ruotano attorno a questa produzione di qualità che una volta vedeva l’Italia in prima fila a livello internazionale. Siamo al fianco di produttori e consumatori. Nelle regioni centrali e al nord non ci sono stati grossi quantitativi, ma la qualità in compenso è buona, e anche la resa. Le rese, in generale, sono medio alte, tra i 15 e i 18 kg, e in alcuni casi di arriva anche a 20 kg. Quel che deve essere perfezionato in Italia, sono le strategie organizzative future. Secondo l’Ismea delle 825mila aziende produttrici, solo il 37% risultano essere in grado di sostenere la competitività del mercato. Negli anni l’olio da olive, prezioso e sapido succo si è elevato giustamente al rango di functional food, oltre che di alimento nutraceutico di primissima rilevanza per la salute e il benessere della Persona”.

TRE GIORNATE POLIEDRICHE :

ECONOMIA , PASSIONE, CULTURA, CORRETTA INFORMAZIONE

Il programma è talmente dinamico e variegato che ogni anno incuriosisce ed emoziona il pubblico ed è difficile riassumerlo: è un percorso che educa al rispetto e all’analisi sensoriale e gustativa, oltre che artistica.  Presso la ‘Libreria del Festival Olio Officina’  ed il Caffè Letterario si presentano, durante le tre giornate, libri ed autori a tema; i convegni e i seminari sono numerosi e approfondiscono temi quali la vendita dell’Olio nella GdO, nel Lusso, nel canale Horeca, essere imprenditori oggi, le nuove tendenze di consumo in Italia e nel mondo; il concorso Le forme dell’olio evidenzia le evoluzioni del design; ci sono incontri sul ‘Perché l’olio fa bene alla salute- Bufale contro verità scientifiche’; la ‘Oleoteca del Festival’, le degustazioni, gli chef sono a disposizione dei visitatori per dialoghi, assaggi, acquisti ed approfondimenti sull’articolato panorama della produzione olearia nazionale e di nicchia; innovativi sono gli spettacoli, le proiezioni e le performance teatrali; le  mostre “Olio d’artista” si distinguono anche per le opere innovative esposte, quali una sfera biodinamica fotocatalitica, di cm 100, trattata con nanotecnologie a base di titanio e silicio, indoor, che può vantare lo stesso effetto benefico e salutare che produrrebbero, nello stesso ambiente, tre alberi di alto fusto, e rappresenta un esempio di  Arte pulita; la mostra “Chiome d’Artista- Dipingere ad olio”  con la sua eccentricità è curata dalla Associazione Artedamangiare in omaggio e ricordo di  Marina Ripa di Meana; le esposizioni di Food Design e le installazioni di gardening artistiche  e l’antico esemplare di torchio per olive, in dimensioni reali, per gentile concessione dei Fratelli Turri, posto al centro del percorso di visita del Festival, evocano i legami tra presente,  passato e  proiettano verso la dimensione futura di una attenzione all’Olio che va coltivata, tenuta viva e promossa con continuità per rispetto verso chi, produttore, con fatica e passione, ci crede dall’antichità e trasferisce questo know how ai giovani con radici sia culturali che agricole tutte Italiane.

 

PREMI  E DATI – IMPRENDITORIA DI QUALITA’

 

Olio Officina Festival – edizione 2018  assegna il premio OOF PERSONALITÀ DEL NOSTRO TEMPO –  Cultura dell’olio il primo febbraio alle 18.30 a due imprenditori, Domenico Manca di San Giuliano, e Donato Pantaleo di Nicola Pantaleo Spa, per il loro impegno nel piantare centinaia di ettari di olivi, secondo i principi di una olivicoltura moderna e razionale, con forme di allevamento intensive o superintensive, sempre nel rispetto del territorio italiano e dell’alta qualità. “Negli anni migliori,” dice Luigi Caricato,” la produzione di olio copre solo il 35% del fabbisogno nazionale e nelle annate peggiori il 20%. Per la campagna olearia 2017-2018, nell’alternanza di dati, ora in segno positivo ora in segno negativo, possiamo considerare una produzione complessiva, per tutta l’Italia, tra le 270 mila e le 300 mila tonnellate. Nel complesso, il consumo interno di oli da olive si attesta intorno alle 600mila tonnellate, mentre circa 400mila sono le tonnellate destinate all’estero e confezionate da aziende italiane.  Serve però comunicare ed informare di più e soprattutto in modo corretto il consumatore e come Festival noi da sempre combattiamo le fake news che creano turbative e discrasie nel mercato e minano il presente e il futuro della agricoltura italiana. Purtroppo l’Italia olivicola e olearia rappresenta un settore molto frammentato. È sufficiente considerare, come sostiene l’Ismea,  che il 72% dei frantoi italiani impiegano meno di 5.000 quintali di olive. C’è molto ancora da fare, in attesa che vi siano nuovi sviluppi, si tratta di capire dove voglia andare il comparto olivicolo e oleario italiano nei prossimi decenni a venire e, noi, con Olio Officina Festival intendiamo essere al fianco degli Italiani che sanno apprezzare i frutti che la nostra terra può dare e che fanno dell’Italia, con fatica, impegno costante e passione, il fulcro della sana alimentazione. Come dice un famoso proverbio ‘L’olio e la verità tornano a galla’ e noi con la  nostra manifestazione vogliamo proseguire ad essere curiosi, interattivi, creatori di emozioni, stimolatori di riflessioni per difendere la qualità e la cultura agroindustriale, non a caso vi è proprio il ramoscello dell’olivo nello stemma della Repubblica Italiana”.

VENERDÌ 2 e SABATO 3 febbraio, nel chiostro di Palazzo delle Stelline,

dalle ore 11.00 alle ore 17.00, è possibile fruire degli annulli filatelici ideati da Olio Officina Festival 2018

1 Febbraio 2018 ore 16.00-20.30 – entrata gratuita

2  e 3 Febbraio 2018 ore 9.30-20.30 – entrata a pagamento (15 euro)

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento

Con l’ IGP si rilancia la Puglia Olivicola

 

IMG_0337

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento

Giornata di studio, su: eziologia, epidemiologia e controllo del CoDiRO

5712,328,1234,124,75,4096,5470,4096,6401

5712,328,1234,124,75,4096,5470,4096,6401

GIORNATA DI STUDIO

Il complesso del disseccamento rapido dell’olivo (CoDiRO):
eziologia, epidemiologia e controllo

Venerdì 26 Giugno 2015 – Aula Magna di Agraria, Campus Universitario – Via G. Amendola 165/A, Bari

8.30-09.00  Indirizzi di Saluto
9.00-11.00   Salvatore Camposeo – Università di Bari
Coordinatore nazionale del Gruppo di Lavoro Olivo e Olio della S.O.I.
                       “L’olivicoltura negli areali infetti”
                      Giovanni P. Martelli – Professore Emerito di Patologia vegetale (UNIBA)
                       “Inquadramento tassonomico di Xylella fastidiosa”
                      Maria Saponari – UOS di Bari CNR – Istituto per la Protezione Sostenibile                          delle Piante “Xylella fastidiosa e disseccamento rapido dell’olivo”
                      Francesco Porcelli – Università di Bari
                       “Epidemiologia e controllo di Philaenus spumarius L., vettore di                                                Xylella fastidiosa CoDiRO”
                      Franco Nigro – Università di Bari “Funghi xilematici e disseccamento                                  rapido dell’olivo”
                      Vito N. Savino – Università di Bari“Un organismo da quarantena: il caso                          Xylella fastidiosa” 
                     Giuseppe Silletti – Commissario straordinario delegato per l’emergenza                              Xylella fastidiosa. “Il piano degli interventi”.
11.00-11.15   Pausa caffè
11.15-13.15    Interventi programmati
Esperienze agronomiche maturate nel controllo delle batteriosi dei fruttiferi
                      Dibattito
Il ruolo della ricerca scientifica nel controllo del CoDiRO
                      Modera:

                      Clementina Palese – Giornalista de L’Informatore Agrario

13.15-13.30 Conclude:

                     Riccardo Gucci – Università di Pisa Presidente dell’Accademia Nazionale                             dell’Olivo e dell’Olio

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento

IV EDIZIONE CORSO INTENSIVO DI POTATURA DELL’OLIVO, PREVENZIONE E SICUREZZA SUL LAVORO E TECNICHE COLTURALI

E’ giunto alla quarta edizione il corso intensivo di potatura dell’olivo, tecniche colturali e sicurezza sul lavoro. Si svolgerà nel Salento, a San Pietro in Lama e a Lecce, organizzato dal centro culturale Casa dell’Olivo, dal 25 al 28 marzo, con lezioni teoriche e pratiche._ pota 23

DOCENTI DEL CORSO

  • Salvatore Camposeo, Dipartimento di Scienze agro-ambientali e territoriali della Università degli studi Aldo Moro di Bari
  • Francesco Caricato, Direttore Centro Culturale Casa dell’Olivo Oleoteca d’Italia
  • Giovanni De Filippis, Direttore SPESAL Area Nord ASL Lecce
  • Pardo Di Tommaso, esperto di potatura
  • Pasquale Grassi, Tecnico della Prevenzione SPESAL Area Nord ASL Lecce
  • Enrico Maria Lodolini, Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali della Università Politecnica delle Marche
  • Davide Neri, Direttore del Centro di Ricerca per la Frutticoltura (CRA) Roma. Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali della Università Politecnica delle Marche
  • Domenico Manca, Unità Operativa Territoriale di Certificazione Verifica e Ricerca INAIL Taranto
  • Antonio Mele, Unità Operativa Territoriale di Certificazione Verifica e Ricerca INAIL Taranto
  • Mario Tavolaro, Referente Medico della Prevenzione INAIL Regione Puglia

SEDI DEL CORSO

Casa dell’Olivo piazza del Popolo 1, San Pietro in Lama (Lecce)

Istituto di istruzione Secondaria Superiore “Giovanni Presta – Columella”, via San Pietro in Lama, s. n., Lecce

QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 200,00 (IVA inclusa)   Tale quota comprende:

  • lezioni teoriche e pratica come da programma
  • materiale didattico e dispense
  • quattro pranzi 25-26-27-28 marzo 2015
  • attestato di partecipazione a tutti i partecipanti – obbligo di frequenza
  • titolo abilitativo e formativo per accreditare i crediti presso gli Ordini Professionali di appartenenza (Agronomi,Periti Agrari e Agrotecnici)
  • copia del calendario dell’Olio 2015
  • Sconto del 30% sull’acquisto di alcuni libri

Per i corsisti delle passate edizione è    riservato uno sconto del 10%.

Per i soci sostenitori oltre allo sconto del 10% è riservata una pubblicazione edita da Tecniche Nuove “Olio puro succo di oliva”.

PROGRAMMA

Modulo 1 – Mercoledì 25 marzo 2015 libero aperto a tutti

Sede: Casa dell’Olivo

Ore 09.00 – Registrazione Partecipanti.

Ore 09.30 – Apertura dei lavori  con il Direttore della Casa dell’Olivo  agr. Francesco Caricato; saluti del Sindaco di San Pietro in Lama dott. Salvatore Tondo e delle Autorità presenti.

Ore 10.00 – La sorveglianza sanitaria e le malattie professionali nei lavori di potatura. (DE FILIPPIS)

Ore 10.30 – La potatura in sicurezza (GRASSI)

Ore 11.00 – Prevenzione e sicurezza nell’uso delle piattaforme di lavoro aeree e la loro omologazione. (MELE)

Ore 11.30 – L’uso in sicurezza delle piattaforme aeree. (MANCA)

Ore 12.00 – Lavoro in sicurezza e rischi correlati. (TAVOLARO)

Ore 12.03 – Dibattito con interventi liberi e programmati

PAUSA PRANZO

Modulo 2 – riservato agli iscritti al corso    

Ore 14.30 – 15.00 – Registrazione dei partecipanti

Ore 15.00 – 17.00 – Lezione teorica su caratteristiche dell’olivo ed eco-fisiologia radicale (NERI)

Ore 17.00 – 18.15 – Lezione teorica su basi biologiche della potatura dell’olivo, con particolare riferimento agli areali olivicoli pugliesi: ciclo vegetativo e riproduttivo (CAMPOSEO)

Ore 18.15 – 19.30 – Lezione teorica su tecnica di potatura dell’olivo in allevamento, produzione e riforma/ricostruzione (LODOLINI)

Modulo 3 – Giovedì 26 marzo 2015

Sede: Istituto di istruzione secondaria superiore “Giovanni Presta – Columella”

Ore 09.00 – 13.00Lezione tecnico-pratica di potatura agevolata su alberi monumentali (NERI, CAMPOSEO, LODOLINI, DI TOMMASO, CARICATO)

PAUSA PRANZO

Ore 14.00 – 17.00Esercitazione di potatura agevolata su alberi monumentali (NERI, CAMPOSEO, LODOLINI, DI TOMMASO, CARICATO)

Ore 17.30 – 19.30Lezione teorica

Sede: Casa dell’Olivo

Sostenibilità ambientale ed economica dell’olivicoltura meridionale. Gestione del suolo, concimazione, irrigazione. Interventi agronomici a difesa del disseccamento rapido dell’olivo (CO.di R.O.) (NERI, CAMPOSEO, LODOLINI)

Modulo 4 – Venerdì 27 marzo 2015

Sede: Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Giovanni Presta – Columella”

Ore 09.00 – 11.00 –  Lezione teorico-pratica di potatura su impianti tradizionali ed intensivi(NERI, CAMPOSEO, LODOLINI, DI TOMMASO, CARICATO)

Ore 11.00 – 13.00 – Esercitazione pratica di potatura su impianti tradizionali ed intensivi (NERI, CAMPOSEO, LODOLINI, DI TOMMASO, CARICATO)

PAUSA PRANZO

Ore 15.30 – 17.00– Esame valutativo

Sede: Casa dell’Olivo

Prova valutativa scritta valida per il conseguimento dei titoli formativi e abilitativi (NERI, CAMPOSEO, LODOLINI, DI TOMMASO, CARICATO)

Ore 17.30 – 19.00– Programmazione

Sede: Casa dell’Olivo

Programmazione e descrizione delle modalità di esecuzione delle prove in campo per il conseguimento del titolo abilitativo e l’accredito dei titoli formativi.

Modulo 5 – Sabato 28 marzo 2015

Ore – 09.00 – 11.00Esame valutativo

Sede: Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Giovanni Presta – Columella”

Prova valutativa tecnico-pratica valida per il conseguimento dei titoli formativi (NERI, CAMPOSEO, LODOLINI, DI TOMMASO, CARICATO)

Ore 11.00 – 13.00– Prove in campo con piattaforme aeree semoventi, omologate per spostamenti in quota con attrezzature per la potatura: elettriche, pneumatiche e idrauliche tali da garantire la sicurezza dell’operatore durante le fasi lavorative.

Sede: Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Giovanni Presta – Columella”

I corsisti potranno impiegare le attrezzature messe a disposizione delle aziende espositrici.

PAUSA PRANZO

Ore 14.30– Consegna degli attestati di partecipazione e dei titoli formativi

Sede: Casa dell’Olivo

Saluti delle autorità presenti

Presentazione dei volumi: Atlante degli oli italiani, di Luigi Caricato, edizione Mondadori; Succo di olive. Guida ragionata alla conoscenza degli oli, dalla produzione al consumo consapevole, autori vari, a cura di Luigi Caricato, Stefano Cerni, Lorenzo Cerretani, Giovanni Lercker, edizione Olio Officina

 MODULO DI ISCRIZIONE: QUI

 INFO E ISCRIZIONE AL CORSO

Scrivere a:  direzione@casadellolivo.it   346 3751412  segreteria@casadellolivo.it 328 1236385 agr.specchia@gmail.com 327 2839058

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento

Una grande Puglia sbanca il Premio Le Forme dell’Olio

forme dell'olio, vincitori 2015Noi c’eravamo. nell’ambito di Olio Officina Food Festival 2015, sono stati consegnati i premi dedicati al packaging, il concorso Le Forme dell’Olio. Ed è stata la Puglia la regione trainante per il miglior abbigliaggio, ma ecco quanto è emerso Continua a leggere

Pubblicato in Bacheca | Lascia un commento

Il programma di Olio Officina Food Festival 2015

cartolina olio officina 2015Nel corso della conferenza stampa di presentazione della quarta edizione di Olio Officina Food Festival, sono state presentate le principali sezioni della manifestazione.

Anche il centro culturale Casa dell’Olivo sarà presente come partner dela manifestazione. Noi in particolare cureremo la sezioni assaggi e il concorso organizzato da Coltura&Cultura. Continua a leggere

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento

L’olio alimenta l’eros

Marini erotic oil 1Ci sarà anche il centro culturale Casa dell’Olivo alla quarta edizione di Olio Officina Food Festival. Il grande happening indaga, nel 2015, l’intrigante lato erotico dell’olio, alimento dalla storia millenaria e portatore di potenti e antichi segreti e proprietà.

Si apre giovedì 22 gennaio al Palazzo delle Stelline a Milano la tre giorni di Olio Officina Food Festival, la kermesse dedicata all’olio extra vergine di oliva e agli altri condimenti, ideata e diretta dall’oleologo e scrittore Luigi Caricato giunta, nell’anno di EXPO, alla sua quarta edizione. Con l’obiettivo dichiarato di far mutare la consueta visione dell’olio e connotarlo non più e non solo come commodity ma come elemento e alimento con una propria e precisa identità, quest’anno Olio Officina Food Festival esplora un tema pruriginoso e coinvolgente: L’olio alimenta l’eros. Tema senza tempo, a testimonianza di come un prodotto antico come l’olio da olive, alimento con oltre sei millenni di storia, vada vissuto e considerato al di là del proprio ambito segnatamente circoscritto alla sfera alimentare, entrando così in una prospettiva più ampia. Le voci di filosofi, nutrizionisti, cuochi, artisti, storici, antropologi, produttori e analisti sensoriali s’intrecciano e creano un ambiente, dove saperi e sapori si confrontano per offrire nuove visioni e prospettive inedite sulla nostra cultura sociale e conviviale Continua a leggere

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

“Gente e fatti di San Pietro in Lama” presentazione del libro con l’autore prof. Mario Mello

Venerdì   5 DICEMBRE 2014 ore 18,30  presso la sede della Casa dell’Olivo – Oleoteca d’Italia la presentazione  del libro ” Gente e Fatti di San Pietro in Lama” pubblicato da Congedo Editore, alla presenza dell’autore, il prof. Mario MELLO.

Vi aspettiamo numerosi, di seguito il programma.

SALUTO:  TONDO dott. Salvatore – SINDACO;

INTERVENGONO:

– MELLO Prof. Mario – professore emerito dell’Università del Salento

-CONGEDO Dr. Mario – Direttore Congedo Editore

-CARICATO Prof. Pietro

-DE CARLO  Prof.ssa Maria

COORDINAMENTO: LIQUORI Avv. Fernando Antonio, Vice Sindaco con delega alla Cultura.

Pubblicato in Bacheca | Lascia un commento

Il successo di Olio Officina Anteprima

Il racconto di Marilena Bisogni per Casa dell’Olivo.

“La pioggia di domenica 5 ottobre, neppure troppo battente – come avevano invece annunciato le previsioni meteo; solo una leggera drizzle – non ha impedito il regolare svolgersi dei lavori di Olio Officina Anteprima e neppure la partecipazione degli interessati, che sono accorsi numerosi, sfidando le intemperie.Certo, parlare di olio all’ombra degli ulivi secolari del Parco dei Paduli sarebbe stato più avvincente, ma l’atmosfera calda e accogliente del Palazzo Baronale di Nociglia, l’allestimento curato nei minimi dettagli hanno dato all’evento, “Olio Officina Anteprima – L’olio abita i Paduli”, un tocco particolare.L’idea di Luigi Caricato di declinare un incontro sull’olio e sull’ulivo, quale occasione per presentare Olio Officina Food Festival 2015, in programma a Milano dal 22 al 24 gennaio, non ha trascurato nemmeno di affrontare gli aspetti meno felici, come l’avversità nota con il nome di Xylella fastidiosa, in stretta sinergia con la presentazione del progetto di risanamento del  Bosco Belvedere, oggi Parco dei Paduli.Un incontro che si è rivelato promettente. Nel giro di una fitta giornata di interventi, presentati e coordinati da Luigi Caricato, con una calibrata e variegata sequenza di argomenti trattati e di molteplici presenze, il tempo è trascorso velocemente e l’attenzione si è mantenuta costante in un crescendo di partecipazione e di coinvolgimento.I lavori si sono avviati a partire dalla presentazione del  Piano Paesaggistico, del parco agricolo e dell’uliveto del Parco dei Paduli; con interventi dell’assessore della Regione Puglia Angela Barbarente, Gabriele Petracca, presidente del Gal Terra d’Otranto, Massimo Martella, presidente dell’Unione delle Terre di Mezzo, e il LUA, il Laboratorio Urbano Aperto. E’ stato sempre Luigi Caricato a presentare il tema “Dall’olio lampante alla Xylella fastidiosa. Il Salento volta pagina”. Con lui hanno dialogato Tommaso Loiodice, presidente Unapol e l’agronomo Giuseppe Vergari. Si è passati poi ad affrontare il tema dell’olio da un punto di vista del marketing e della sua diffusione sullo scaffale, al ristorante e nella cucina domestica. Ad illustrare l’argomento Massimo Occhinegro, esperto di marketing, Benedetto Cavalieri, del celebre pastificio omonimo, e Tommaso Loiodice, presidente di Unapol.Luigi Caricato, direttore di Olio Officina Food Festival, ha presentato alcune anticipazioni della quarta edizione del grande happening programmato a Milano dal 22 al 24 gennaio 2015 e ne descrive il tema filo conduttore: “L’olio alimenta l’eros”.

Il discorso dell’olio si è fatto esperienza concreta nei diversi interventi promossi sul territorio. Ha introdotto l’argomento il direttore della Casa dell’Olivo Francesco Caricato, noto anche per i corsi di assaggio d’olio e per i corsi di potatura dell’ ulivo che vi si svolgono puntualmente ogni anno. Tra viaggi tra gli olivi e i frantoi del Salento ha argomentato sviluppando il tema anche Stefania Mandurino, di Puglia Promozione, e Silvia Ruggieri, esperta in microricettività e turismo di nicchia; ma è intervenuta anche la professoressa Anna Trono, geografa. Dall’olio ai Paduli, “Laboratorio Urbano delle Terre di Mezzo: Abitare i Paduli”. E’ stata raccontatta l’esperienza di gestione del bene ambientale: Abitare i Paduli, presentata dallo staff del Programma regionale per le politiche giovanili “Bollenti Spiriti”, Regione Puglia e dai diretti protagonisti. E’ poi seguita un’interessante nota storiografica sul tema delle rivolte contadine e della democratizzazione dell’olivicoltura, con la presenza di Fulvio Filo Schiavioni in dialogo con Luigi Caricato, a partire dal libro Il cavallo farcinoso. Processo per la morte di un trappetaro nella Manduria di fine ‘800. Sempre a margine delle iniziative promosse nel progetto di rivalorizzazione del Parco è stata riportata l’esperienza di un premio letterario condotta dalla Lua, dalla quale è scaturita la pubblicazione di “Storie Lampanti. La narrazione dei Paduli”, omonima antologia di racconti scritti dai partecipanti al concorso. Ancora un’altra iniziativa, promossa all’interno del Parco, ha avuto corso con la realizzazione di Creature fantastiche dei Paduli. Si tratta di installazioni ottenute con materiale vegetale e animale recuperato dai bambini, che hanno preso parte all’iniziativa. Ne hanno parlato Laura Basco, coordinatrice del progetto, con Dem (artista), Antonello Colaps (grafico), e Francesca Marconi (curatrice del progetto GAP). La serata si è poi avviata alla chiusura con un’atmosfera che si è fatta sempre più calorosa,  con la partecipazione della cantante Enza Pagliara, che, dialogando con Luigi Caricato, ha raccontato l’esperienza dei canti nella vendemmia e nell’olivagione. E da qui ha poi preso il  via una serie di canti da “Fimmine fimmine, ca sciati alle ulìe”, il coro delle raccoglitrici di olive, fino a tanti altri e… altri ancora. I cori di Abitare i Paduli hanno regalato momenti di magica emozione e partecipazione. Alla fine sono proprio tutti a cantare in un’atmosfera di magica condivisione emotiva.

“Davvero una bella giornata, ricca di contenuti interessanti, di suggestioni, di stimoli e di emozioni”.

Prof. Marilena Bisogni

 

 

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento

Domenica 5 Ottobre ANTEPRIMA di OLIOOFFICINA

Anche la Casa dell’Olivo sarà presente all’Anteprima di Olioofficina food festival.

Appuntamento a  domenica 5 ottobre presso il Palazzo Baronale di Nociglia, in provincia di Lecce, nel Parco dei Paduli. Riuniti e assorti tra gli olivi, tra musiche, canti, visioni e parole, in attesa di Olio Officina Food Festival. Al centro dell’attenzione, gli alberi tanto cari agli dei, con i preziosi frutti che se ne ricavano. Un open day ininterrotto, da mattina a sera. Dalle ore 10.30 alle ore 13.00

L’OLIO ABITA I PADULI

Uliveto Pubblico. Parco Paduli. San Cassiano

Il Piano Paesaggistico, il parco agricolo, l’uliveto i Paduli. Tra sperimentazione e nuove opportunità.

Luigi Caricato, direttore di Olio Officina Food Festival, in dialogo con l’assessore della Regione Puglia Angela Barbanente, Gabriele Petracca (presidente del Gal Terra d’Otranto), Massimo Martella (presidente dell’Unione delle Terre di Mezzo), e il LUA

Dall’olio lampante alla Xylella fastidiosa. Il Salento volta pagina

Luigi Caricato in dialogo con Tommaso Loiodice, presidente di Unapol, e l’agronomo Giuseppe Vergari

Oliocentrici. L’olio sullo scaffale, l’olio al ristorante, l’olio nella cucina domestica

Massimo Occhinegro, esperto marketing, in dialogo con Luigi Caricato, Benedetto Cavalieri, del celebre pastificio omonimo, e Tommaso Loiodice, presidente di Unapol, Sara Latagliata, chef Nobili Pasticci

Olio Officina Food Festival 2015, anticipazioni

Luigi Caricato, direttore del festival la cui quarta edizione è programmata a Milano dal 22 al 24 gennaio 2015, presenta il tema filo conduttore, “L’olio alimenta l’eros”

L’esperienza del viaggio tra ulivi e frantoi nel Salento

Antonio Costantini, studioso del territorio salentino, Francesco Caricato, direttore di Casa dell’Olivo, Stefania Mandurino, Puglia Promozione e Silvia Ruggieri, esperta in microricettività e turismo di nicchia

Ore 13.00 Oil break

Dalle ore 15.00 alle ore 18.30

Laboratorio Urbano delle Terre di Mezzo – Abitare i Paduli. Un’esperienza di gestione di un bene ambientale. Come strappare dall’oblio il grande “bosco” del Salento

Rete delle Associazioni – Abitare i Paduli e  lo staff del Programma regionale per le politiche giovanili “Bollenti Spiriti“, Regione Puglia

Le rivolte contadine e la democratizzazione dell’olivicoltura

Fulvio Filo Schiavioni in dialogo con Luigi Caricato, a partire dal libro Il cavallo farcinoso. Processo per la morte nella Manduria di fine ‘800 e Anna Gennari, del Museo della Civiltà del Vino di Manduria

Storie Lampanti. La narrazione dei Paduli

Lua presenta l’omonima antologia di racconti

 Creature dei Paduli. Una Geografia fantastica del Parco. Installazione e sitoweb

Laura Basco (coordinatrice del progetto) con Dem (artista), Antonello Colaps ( Dopolavoro, grafico), LUA (coordinatori progetto GAP) e Francesca Marconi (curatrice del progetto GAP)

L’esperienza dei canti nella vendemmia e nell’olivagione

Enza Pagliara in dialogo con Lua e Luigi Caricato

 Fimmine fimmine, ca sciati alle ulìe

Il Coro delle raccoglitrici di olive a cura Coro dei Paduli e la Regina Paza

Saggi Assaggi. L’olio del Salento e del Mediterraneo nel bicchiere

Degustazioni guidate a cura di Francesco Caricato, direttore della Casa dell’Olivo-Oleoteca d’Italia, di oli del Salento e del Marocco: un confronto costruttivo per capire le peculiarità delle produzioni

I corti di ABITAREIPADULI. Proiezione di videoclip

Olio Officina Anteprima

Una iniziativa di: Olio Officina, LUA, Abitare i Paduli, Casa dell’Olivo

Con il sostegno di

GAL Terra d’Otranto e Unione delle Terre di Mezzo

 Con il partenariato di

REGIONE PUGLIA e Fondazione con il Sud

 Media partner: Olio Officina Magazine

Come raggiungere l’Uliveto Pubblico:

Via le rene 1, San Cassiano, Parco Paduli

uscire dalla statale 275 a Botrugno, seguire le indicazioni per “Tenuta Tresca”.

Info: Cell 3775341053

** in caso di pioggia l’evento si terrà presso il Palazzo Baronale di Nociglia, Piazza Ruggieri

 L'olio-abita-i-paduli_Locandina_manifesto_ok

Pubblicato in Oleoteca | Lascia un commento